RaspberryPi
Eseguire il backup del Raspberry Pi da remoto con SSH dal terminale

Eseguire il backup del Raspberry Pi da remoto con SSH dal terminale

Eseguire il backup della scheda SD presente sul nostro Raspberry Pi, richiede molto tempo. Spegnere il Raspberry, rimuovere la scheda SD, inserirla nel computer, creare l’immagine della scheda SD, reinserirla nel Raspberry, riaccendere il Raspberry… insomma molto lavoro manuale e tempi di inattività per tutta la durata del backup. Volendo è anche possibile eseguire il backup con l’applicazione ormai integrata nella GUI di Raspbian (SD Card Copier) che ci consente di eseguire la clonazione della nostra scheda SD su un disco esterno il che non comporta tempi di inattività ma, prevede comunque un intervento manuale sul dispositivo per collegare un disco esterno su una delle porte USB del nostro Raspberry Pi. Ma se volessimo eseguire un’immagine di backup della nostra scheda SD via SSH? Ecco qui una breve guida su come eseguire comodamente questa operazione. Queste istruzioni per creare e ripristinare il backup funzionano su tutti i sistemi Linux

Creazione del file di backup

Apriamo una sessione del terminale ed eseguiamo il seguente comando, sostituendo le parti in rosso (indirizzo IP del Raspberry Pi e il nome del file di backup):

ssh pi@192.168.0.101 “sudo dd if=/dev/mmcblk0 bs=1M status=progress | gzip -” | dd of=~/Desktop/backup_2020-12-08.gz

Non appena eseguiremo il comando, il sistema ci chiederà la password di accesso per l’utente “pi”. Inseriamola e poi attendiamo il completamento del backup.

Se stiamo utilizzano un Mac, possiamo controllare lo stato corrente del backup digitando “CTRL” + “T“. Possiamo premerli ripetutamente durante l’attività di backup per visualizzare i byte trasferiti.

Quando il backup è completo, la riga di input riapparirà nel terminale.

Ripristino del Backup

Il ripristino del backup non funziona in remoto. Dopo tutto, il sistema verrebbe formattato in fase di esecuzione e sarebbe esattamente come tagliare il ramo su cui siamo seduti. Se fosse possibile, sarebbe un grosso rischio per la sicurezza. In questo caso dobbiamo per forza intervenire fisicamente, estraendo la scheda SD da Raspberry Pi e ripristinare il backup su di essa.

Apriamo una sessione del terminale ed eseguiamo il seguente comando, anche qui modificando le parti in rosso (disco di destinazione {scheda SD} e nome del file di backup):

diskutil unmountDisk /dev/disk1
gzip -dc ~/Desktop/backup_2020-12-08.gz | sudo dd of=/dev/rdisk1 bs=1m conv=noerror,sync

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: