RaspberryPi
Installazione di WordPress su Raspberry Pi

Installazione di WordPress su Raspberry Pi

Installazione di Apache web server

Apache é un popolare servizio di web server che può essere tranquillamente installato su Raspberry Pi per ospitare pagine web.
Da solo, Apache può gestire file HTML su HTTP. Con moduli aggiuntivi può invece gestire pagine Web dinamiche usando linguaggi di scripting come PHP.

Installazione di Apache

  • Apri una finestra del terminale cliccando su Accessori > Terminale dal menù
  • Per installare apache2 basterá digitare il seguente comando e premere Invio nella finestra di terminale appena aperta
sudo apt-get install apache2 -y

Testiamo il web server

Di default, Apache ha gia una file HTML di esempio nella cartella web che sarai in grado di visualizzare dal tuo Pi o da un altro computer sulla tua rete.
Per visualizzare la pagina Apache di default su Raspberry Pi:

  • Apri Chromium selezionando Internet > Chromium Web Browser dal menù
  • inserisci l’indirizzo http://localhost.

all’interno del tuo browser visualizzerai :

Inoltre sarai in grado di visualizzare questa pagina web anche da un’altro computer nella tua rete utilizzando l’indirizzo IP del tuo Raspberry Pi, ad esempio. http://192.168.1.10.
Per individuare l’indirizzo IP del tuo Raspberry Pi, digita hostname -I inella finestra terminale. L’indirizzo IP del tuo Raspberry Pi ci sarà molto utile e ci consentirà di accedere in maniera remota.

Cambiamo la pagina web di default web page

Lapagina web di default è un file HTML situato all’interno del nostro Raspberry, ed è situato in /var/www/html/index.html.

  • Navighiamo all’interno di questa cartella e vediamo che cosa contiente:
cd /var/www/html
ls -al

Molto probabilmente visualizzerai quanto segue:

total 12
drwxr-xr-x  2 root root 4096 Jan  8 01:29 .
drwxr-xr-x  3 root root 4096 Jan  8 01:28 ..
-rw-r--r--  1 root root  177 Jan  8 01:29 index.html

Questo dimostra che esiste un file in /var/www/html/ chiamato index.html. si riferisce alla directory stessa /var/www/html, e ..si riferisce alla directory principale /var/www/.

Cosa significano le colonne

  1. Le autorizzazioni del file o della directory
  2. Il numero di file nella directory (o 1 se si tratta di un file).
  3. L’utente che possiede il file o la directory
  4. Il gruppo proprietario del file o della directory
  5. La dimensione del file o della directory
  6. La data e l’ora dell’ultima modifica

Come puoi vedere, la directory html e il fileindex.html sono entrambi di proprietà dell’utente root, quindi dovrai usare sudo per modificarli.
Puoi modificare questo file usando nano:

sudo nano index.html

Se apporti una modifica al file, lo salvi e aggiorni il browser, vedrai apparire la modifica.

Installazione di PHP

PHP è un preprocessore: è il codice che viene eseguito quando il server riceve una richiesta per una pagina web tramite un web browser. Si occupa di risolvere ciò che deve essere mostrato sulla pagina nel browser. A differenza dell’HTML statico, PHP può mostrare contenuti diversi in circostanze diverse. Anche altri linguaggi sono in grado di farlo, ma poiché WordPress è scritto in PHP, questo è ciò che ci serve. PHP è un linguaggio molto popolare sul web: grandi progetti come Facebook e Wikipedia sono scritti in PHP.

  • Installa il pacchetto PHP con il seguente comando:
sudo apt-get install php -y

Test PHP

  • Creiamo il fileindex.php:
sudo nano index.php
  • Inseriamo alcuni contenuti PHP in esso:
<?php echo "hello world"; ?>
  • Salviamo il file.
  • Eliminiamo index.html, perché ha la precedenza su index.php:
sudo rm index.html

Aggiorna il tuo browser. Dovresti vedere “hello world”. Questa pagina non è dinamica, ma è questa volta é gestita da PHP.

Se vedi il PHP grezzo sopra invece di “hello world”, ricarica e riavvia Apache in questo modo:

sudo service apache2 restart
  • Modifica il file index.php per includere alcuni contenuti dinamici, ad esempio:
<?php echo date('Y-m-d H:i:s'); ?>

O per mostrare le tue informazioni PHP:

<?php phpinfo(); ?>

Installazione di MySQL

MySQL è un motore di database molto popolare. Come PHP, è ampiamente utilizzato sui server Web, motivo per cui progetti come WordPress lo utilizzano e perché tali progetti sono così popolari.

Installeremo ora i pacchetti MySQL Server e PHP-MySQL immettendo il seguente comando nella finestra del terminale:

sudo apt-get install mysql-server php-mysql -y

Ora riavviamo il servizio Apache:

sudo service apache2 restart

Download di WordPress

Puoi scaricare WordPress da wordpress.org usando il comnado wget. Utilmente, una copia dell’ultima versione di WordPress è sempre disponibile su wordpress.org/latest.tar.gz, così puoi prendere l’ultima versione senza doverla cercare sul sito web. Al momento della scrittura, questa è la versione 4.5.

  • Spostiamoci nella percorso /var/www/html/ ed eliminiamo tutti i file in questa cartella.
cd /var/www/html/
sudo rm *
  • Scarichiamo WordPress usando wget.
sudo wget http://wordpress.org/latest.tar.gz
  • Estraiamo il tar di WordPress per accedere ai file di WordPress.
sudo tar xzf latest.tar.gz
  • Sposta il contenuto dell’estratto della cartella wordpress nella directory corrente.
sudo mv wordpress/* .
  • Facciamo ordine rimuovendo il file tar e l’ormai vuota wordpressdirectory.
sudo rm -rf wordpress latest.tar.gz
  • Eseguendo il comandols o tree -L 1  ci mostrerà i contenuti della cartella WordPress:
.
├── index.php
├── license.txt
├── readme.html
├── wp-activate.php
├── wp-admin
├── wp-blog-header.php
├── wp-comments-post.php
├── wp-config-sample.php
├── wp-content
├── wp-cron.php
├── wp-includes
├── wp-links-opml.php
├── wp-load.php
├── wp-login.php
├── wp-mail.php
├── wp-settings.php
├── wp-signup.php
├── wp-trackback.php
└── xmlrpc.php

3 directories, 16 files

Questa è la fonte di un’installazione predefinita di WordPress. I file che dovremo modificare per customizzare la nostra installazione di wordpress sono contenuti nella cartella wp-content.

  • Ora dovresti cambiare la proprietà di tutti questi file per l’utente Apache:
sudo chown -R www-data:

Impostiamo il Database di WordPress

Configurazione di MySQL/MariaDB

Per configurare il tuo sito WordPress, hai bisogno di un database. È qui che entrano in gioco MySQL e MariaDB!

  • Esegui il comando di installazione sicura MySQL nella finestra del terminale.
sudo mysql_secure_installation
  • Ti verrà chiesto Enter current password for root (enter for none): — premi Invio.
  • Digita Y e premi Invio per Set root password?.
  • Inserisci una password nel campo New password: , e premi InvioImportante: ricordati di questa password di root , poiché ne avrai bisogno in seguito per configurare WordPress.
  • Digita Y per Remove anonymous users.
  • Digita Y tper Disallow root login remotely.
  • Digita Y per Remove test database and access to it.
  • Digita Y per Reload privilege tables now.

Al termine, vedrai il messaggio All done! e Thanks for using MariaDB!.

Creazione del database WordPress

  • Lanciamo mysql nella finestra terminale:
sudo mysql -uroot -p
  • Inseriamo la password di root che abbiamo creato.

You will be greeted by the message Welcome to the MariaDB monitor.

  • Crea il database per l’installazione di WordPress al prompt di MariaDB [(none)]> utilizzando:
create database wordpress;

Nota i punti e virgola che terminano l’affermazione.
Se questo ha avuto successo, dovresti vedere questo:

Query OK, 1 row affected (0.00 sec)
  • Ora concedi i privilegi di database all’utente root. Nota:  dovrai inserire la tua password dopo IDENTIFIED BY.
GRANT ALL PRIVILEGES ON wordpress.* TO 'root'@'localhost' IDENTIFIED BY 'YOURPASSWORD';
  • Per rendere effettive le modifiche, è necessario aggiornare i privilegi del database:
FLUSH PRIVILEGES;
  • Uscire dal prompt di MariaDB con Ctrl + D.

Configurazione di WordPress

  • Apri il browser Web sul tuo Pi e vai a http://localhost, dovresti vedere una pagina di WordPress che chiede di selezionare la tua lingua.
  • Seleziona la tua lingua e fai clic Continue.

Ti verrà presentata la schermata di benvenuto di WordPress.

  • Clicca sul bottone Let’s go!
  • Ora compila le informazioni di base sul sito come segue:
Database Name:      wordpress
User Name:          root
Password:           <YOUR PASSWORD>
Database Host:      localhost
Table Prefix:       wp_
  • Clicca su Submit per proseguire.
  • Clicca il bottone Run the install.

Adesso ci manca poco!

Inserisci le informazioni: dai un titolo al tuo sito, crea un nome utente e una password e inserisci il tuo indirizzo email. Clicca sul bottone Install WordPress, quindi accedi utilizzando l’account appena creato.
Ora hai effettuato l’accesso e hai impostato il tuo sito, puoi vedere il sito web visitando il tuo http://localhost/wp-admin.

Si consiglia di modificare le impostazioni del permalink per rendere più amichevoli gli URL.
Per fare ciò, accedi a WordPress e vai alla dashboard.

  • Vai in Impostazioni, e poi su Permalinks.
  • Seleziona Post name option and click Save Changes.

Ora dobbiamo abilitare Apache con il comando rewrite:

sudo a2enmod rewrite

Dovrai inoltre comunicare all’host virtuale che fornisce il sito di consentire la sovrascrittura delle richieste.

  • Modifica il file di configurazione di Apache per il tuo host virtuale:
sudo nano /etc/apache2/sites-available/000-default.conf
  • Aggiungi le seguenti righe dopo la riga 1.
<Directory "/var/www/html">
    AllowOverride All
</Directory>
  • Assicurati che il parametro sia <VirtualHost *:80> come di seguito:
<VirtualHost *:80>
    <Directory "/var/www/html">
        AllowOverride All
    </Directory>
    ...
  • Salva il file ed esci.
  • Riavvia il servizio Apache.
sudo service apache2 restart

Personalizzazioni

WordPress è molto personalizzabile. Facendo clic sul nome del tuo sito nella parte superiore della pagina (una volta effettuato l’accesso), verrai indirizzato alla Dashboard. Da lì, puoi cambiare il tema, aggiungere pagine e post, modificare il menu, aggiungere plug-in e molto altro. Questo è solo un assaggio per ottenere qualcosa di interessante impostato sul web server di Raspberry Pi.

What next?

  • Prova ad aggiungere pagine e post al tuo sito web.
  • Prova a installare temi diversi dal menu Aspetto.
  • Prova a personalizzare il tema del tuo sito Web o a crearne uno tuo.
  • Prova a utilizzare il tuo server Web per visualizzare informazioni utili per le persone sulla tua rete.

1 thought on “Installazione di WordPress su Raspberry Pi

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: