Macintosh
Applicazioni indispensabili per il tuo Mac

Applicazioni indispensabili per il tuo Mac

In questo articolo andrò ad elencare una serie di applicazioni che personalmente reputo veramente utili.

TextExpander (per evitare di dover digitare sempre le stesse cose)

TextExpander consente di salvare un elenco di snippet, ossia frammenti di testo che possono essere richiamati sia da un comodo menu, ma soprattutto trami delle abbreviazioni completamente personalizzabili.

Grazie a TextExpander è possibile richiamare informazioni quali il mio indirizzo di casa, le coordinate per un bonifico o i frammenti di codice che uso più frequentemente, semplicemente digitando poche lettere sulla tastiera e automaticamente TextExpander inserisce il testo desiderato.

La cosa bella di TextExpander è che permette di impostare anche delle variabili all’interno degli snippet di testo, così da rendere ancora più potente e utile questa applicazione.

ImageOptim (per ottimizzare le immagini per il Web senza usare Photoshop)

Un programma gratuito, leggero e facile da utilizzare per ridurre al minimo la dimensione delle immagini da utilizzare sul Web senza sacrificare la qualità.

SiteSucker (per scaricare siti e renderli navigabili in locale)

Questo programma permette di effettuare il download di interi siti sul proprio Mac. L’ultima versione di SiteSucker è disponibile solo per OS X Mavericks e Yosemite, ma sul sito sono scaricabili anche le versioni precedenti per i Mac non aggiornati. È inoltre presente anche una versione per iOS.

App Cleaner (per disinstallare i programmi dal Mac)

Anche se la rimozione di un software da un computer Apple lascia meno “residui” rispetto a quanto accade sui pc Windows, un’app come App Cleaner permette di cancellare tutti i file collegati a un programma, in modo da effettuare una pulizia più accurata in caso di disinstallazione.

Download Shuttle (un download manager per il Mac)

Permette di velocizzare le operazioni di download dei file da Internet, permettendo anche la pausa e il ripristino delle operazioni di scaricamento.

Amphetamine (per impedire al Mac di andare in stand-by)

Un’utility gratuita che evita il computer vada automaticamente in stop oppure che si disattivi lo schermo o parta il salvaschermo. In pratica funziona come la caffeina e fa in modo che il Mac sia sempre attivo.

FruitJuice (per gestire al meglio la batteria del tuo MacBook)

Ho recentemente acquistato un nuovo MacBook e FruitJuice e una delle prime app che ho reinstallato. Si tratta di un software che consente di monitorare il corretto stato e funzionamento della batteria e che suggerisce quando metterla in carica e quando staccare il MacBook dall’alimentazione per massimizzare l’aspettativa di vita della batteria.

MacDropAny (per superare i limiti dei servizi cloud come Dropbox o Google Drive)

MacDropAny ti consente di sfruttare i più popolari servizi di cloud storage, come Dropbox, iCloud Drive, Copy, MediaFire, Google Drive, Box, OneDrive e Mega, senza essere obbligato a inserire i file in una cartella specifica, ma potendo scegliere quali cartelle sincronizzare con i vari servizi cloud. L’app è gratuita ed è stata creata da un diciassettenne di Auckland, in Nuova Zelanda.

SelfControl (per evitare le distrazioni della posta elettronica o dei social)

Si tratta di un’app che permette di definire una lista di siti o servizi da bloccare e di impostare un intervallo di tempo nel quale questi non siano accessibili. In questo modo si possono evitare distrazioni e concentrarsi sul lavoro da svolgere. Consigliata per chi non è in grado di astenersi dall’accedere a Facebook ogni 5 minuti.

Gas Mask (per gestire il file hosts del Mac)

Un software estremamente comodo sia per gli sviluppatori web sia per chi vuole semplicemente bloccare l’accesso a determinati siti o server dal proprio computer. Quello che fa Gas Mask è fattibile anche con il comando sudo nano /etc/hosts da terminale, ma Gas Mask rende tutto più semplice anche per i meno smanettoni.

Pixel Winch (per misurare quello che vedi sullo schermo)

Un programma gratuito che ti consente di effettuare misurazioni dei vari elementi che visualizzi sullo schermo, in modo facile e veloce. Per chi è abbonato a SetApp è disponibile un’app che ti permette di misurare e verificare l’allineamento degli oggetti sullo schermo, chiamata PixelSnap.

Hocus Focus (per eliminare le distrazioni nascondendo le finestre inutilizzate)

Questa app merita di essere provata perché oltre al nome, che trovo geniale, offre il vantaggio di nascondere automaticamente le finestre delle app inattive dopo un certo intervallo di tempo oppure immediatamente dopo il loro utilizzo. Semplice, funzionale e gratuita.

GIF Brewery (per trasformare i video in GIF animate)

Un divertente programma per convertire brevi file video in GIF animate. Permette inoltre di effettuare numerosi interventi di modifica per personalizzare i file GIF a seconda delle proprie necessità.

f.lux (per regolare automaticamente la luminosità del monitor)

È un’app che uso da parecchio tempo ed è veramente fantastica per evitare di affaticare inutilmente la vista quando si passano parecchie ore davanti al monitor.

BootChamp (per gestire il riavvio con BootCamp)

Anziché usare la combinazione di tasti all’avvio per scegliere se avviare il Mac on OS X o con Windows (se utilizzi BootCamp), con questa app hai a disposizione un’icona nella barra dei menu che ti consente di riavviare il Mac con il sistema operativo desiderato.

Disk Inventory (per scoprire i file che occupano più spazio)

Un’app che rende facilissimo trovare i file che consumano più spazio sul tuo hard disk. Utilissima se utilizzi dischi SSD con capacità ridotta.

Sync (per sincronizzare file e cartelle tra computer)

Dai creatori di BitTorrent, un programma per sincronizzare i contenuti tra più dispositivi senza appoggiarsi a servizi cloud di terze parti.

Bartender (per gestire le icone nella barra dei menu)

Ti permette di gestire e nascondere le varie icone delle app presenti nella barra dei menu, in modo da evitare il sovraffollamento di icone. Utilissima soprattutto per chi realizza screencast e vuole evitare che nei video compaia una parata infinita di icone. Bartender è un alleato prezioso anche per chi ha un portatile con un display di ridotte dimensioni. Spesso infatti, in questi casi si rischia che il menu di un’applicazione occupi quasi tutto lo spazio in orizzontale, rendendo inaccessibili le varie icone presenti nella barra dei menu del Mac.

Hazel (per automatizzare le operazioni con file e cartelle)

Questa è un’app che necessità di una buona dose di pratica e soprattutto di approfondimento per sfruttarla al meglio. Permette infatti di monitorare delle cartelle per spostare, rinominare o eseguire operazioni sui file in modo del tutto automatizzato. Io, tra le altre cose, la utilizzo per mantenere in ordine tutta la mia libreria fotografica.

SpamSieve per dire addio allo SPAM

Una delle app che ormai ritengo indispensabili sul mio Mac è sicuramente SpamSieve, anche se praticamente non la utilizzo mai 😉 SpamSieve infatti svolge il suo lavoro in silenzio e si tratta di un programma antispam che lavora insieme al proprio programma di posta.
SpamSieve, dopo una fase di addestramento iniziale, è in grado di intercettare lo spam con una precisione chirurgica. Sia che si tratti di comunicati stampa relativi ad eventi dei quali non ce ne può fregare di meno sia alle imperdibili offerte truffa, SpamSieve non perdona.
Questo programma funziona con numerosi client di posta per Mac. Oltre ad Apple Mail e al già citato Airmail, sono supportati anche Outlook, Postbox, MailMate, MailSmith e altri ancora.

Handbrake (per convertire video da un formato all’altro)

Un software gratuito che ti consente di cambiare il formato dei vari file video. Con Handbrake è facilissimo modificare i file video per trasformarli in un altro formato oppure semplicemente per ridurne la dimensione, per incorporare i sottotitoli o altro ancora.

Folx (per scaricare file torrent e non solo)

Un gestore di download che ti consente di scaricare e cercare i file torrent. Si integra inoltre facilmente con i principali browser.

MuteMyMic (per zittire il microfono del Mac)

Se sei in chat e vuoi ridurre il volume del tuo microfono oppure escluderlo temporaneamente, ecco l’app che stavi cercando ed è pure gratis sul Mac App Store.

Muzzle (per evitare notifiche imbarazzanti quando stai condividendo lo schermo)

È una semplice app per Mac gratuita che disattiva automaticamente le notifiche sul tuo computer ogniqualvolta stai condividendo lo schermo con app come Skype, Zoom, Google Hangouts, Join Me…

Onyx (per ottimizzare il Mac e fare pulizia dei file inutili)

Un programma famosissimo che ti permette di configurare alcune impostazioni nascoste del Mac ed effettuare interventi di manutenzione e pulizia.

EtreCheck per rilevare i problemi del tuo Mac

Anche se spesso suona un po’ come un luogo comune, è risaputo che un Mac richieda meno manutenzione rispetto a un Pc Windows.
Qualora però dovessi avere problemi con il tuo Mac, ti consiglio di scaricare EtreCheck. Si tratta di un’app che consente di effettuare una scansione del Mac alla ricerca di eventuali problemi. La particolarità di questa app è che genera anche un report che puoi utilizzare per chiedere aiuto anche alle community di supporto Apple, fornendo tutti i dettagli utili alla risoluzione del problema.
EtherCheck rileva inoltre la presenza di adware a altri software che non dovrebbero essere presenti sul tuo computer. Inoltre, nonostante sia un’app a pagamento, è utilizzabile anche gratuitamente (per un massimo di 5 analisi).

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

%d blogger hanno fatto clic su Mi Piace per questo: